Regione Veneto

Controlli sulle imprese

Art. 25. Obblighi di pubblicazione concernenti i controlli sulle imprese
(articolo abrogato dall'art. 43, comma 1, d.lgs. n. 97 del 2016)
Il testo dell'articolo in origine era il seguente:

Le pubbliche amministrazioni, in modo dettagliato e facilmente comprensibile, pubblicano sul proprio sito istituzionale e sul sito: www.impresainungiorno.gov.it

a) l'elenco delle tipologie di controllo a cui sono assoggettate le imprese in ragione della dimensione e del settore di attività, indicando per ciascuna di esse i criteri e le relative modalità di svolgimento;
b) l'elenco degli obblighi e degli adempimenti oggetto delle attività di controllo che le imprese sono tenute a rispettare per ottemperare alle disposizioni normative.

***************************************************************************************

Tra le tipologie di controllo il Comune di Noale acquisisce la certificazione dei requisiti soggettivi e, ove necessario, dei requisiti oggettivi come destinazione urbanistica dei locali, agibilità.

Per quanto riguarda commercio su aree pubbliche vengono chiesti all’INPS/INAIL le certificazioni DURC quando necessario.

Per tutta la documentazione quanto viene autocertificato, viene verificato, mediante riscontro con tutti gli altri enti pubblici coinvolti.  In tal senso si ricorda:
“Qualora, a seguito di "idonei controlli, anche a campione," di cui agli artt. 71 e 72 del Decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445 (Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa), sulla veridicità delle dichiarazioni sostitutive emergano falsità, scattano le conseguenze, civili e penali, a carico dell'autore delle falsità stesse.
Conseguenze Civili
Le conseguenze di ambito civile che derivano dall'illecito utilizzo delle autocertificazioni sono disciplinate dall'articolo 75 - Decadenza dai benefici - del già citato decreto, che prevede: "fermo  restando quanto previsto dall'articolo 76, qualora dal controllo emerga la non veridicità del contenuto  della dichiarazione, il dichiarante decade dai benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera".
Conseguenze Penali
L'articolo 76 - Norme Penali -del già citato decreto individua quali sono le fattispecie di comportamenti illeciti in ambito di utilizzo delle autocertificazioni che configurano reati previsti e puniti dal Codice Penale e delle leggi speciali in materia. L'illecito è riferibile a chiunque rilascia dichiarazioni mendaci, forma atti falsi o ne fa uso nei casi previsti dallo stesso decreto.”

 
Documenti
Nessun documento caricato per la categoria selezionata
torna all'inizio del contenuto